1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: La Bce non aspetta l’Italia, atteso rialzo dei tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mentre l’Istat descrive un Italia ferma al palo della crescita nel 2005 (ma anche nel 2003), contro il +0,9% della Germania, il +1,5% della Francia e il +3,4% della Spagna, la Bce pensa a rialzare i tassi di interesse perchè il Vecchio continente ha dato ripetuti e confermati segnali di ripresa e l’inflazione necessità di essere tenuta sotto stretto controllo. Nella riunione di oggi, la Banca centrale europea deciderà di aumentare i tassi di interesse in Eurolandia dello 0,25% portandoli al 2,50%.La decisione sarà preceduta a metà mattina dalla seconda stima del Pil a livello europeo e relativo al quarto trimestre del 2005. Il dato trimestrale dovrebbe essere confermato al +0,3%. Conferma anche per la crescita su base annua (+1,7%) mentre dalla Germania è già arrivato il dato sulle vendite al dettaglio nel mese di gennaio. L’incremento tendenziale è stato dell’1,7% (+2,7% m/m) contro attese rispettivamente a -0,6% e +1%. Dagli Usa, dopo la nutrita serie di comunicazioni delle due precedenti sedute, oggi arriverà solamente il dato sulle richieste di sussidio di disoccupazione settimanali con un consenso fissato a 285.000 unità contro le 278.000 della settimana scorsa. Chi attende movimenti rialzisti dell’euro contro il dollaro può rivolgersi, tra le altre, alle call di Société Générale con strike 1,15 o 1,2 in scadenza a giugno o alle call di Unicredito con strike 1,2 e 1,25 in scadenza a settembre. Sul ribasso sono disponibili le put 1,2 o 1,175 di Goldman Sachs con scadenza a maggio o giugno oppure infine le put 1,2 o 1,15 in scadenza a giugno e settembre.