Covered, barile di petrolio in contrazione. Oggi le scorte Usa

Inviato da Redazione il Mer, 05/10/2005 - 10:01
Il prezzo del barile di petrolio si è contratto sensibilmente con il Wti che a New York è sceso sotto i 64 dollari al barile. La tendenza sembra poter proseguire anche oggi, a meno di sorprese molto negative dal dato sulle scorte settimanali statunitensi. Anche in questo caso potrebbe però mantenere la sua efficacia la polizza assicurativa messa nuovamente sul tavolo, lunedì, dall'amministrazione Bush e consistente nell'utilizzo, in caso di necessità, delle riserve strategiche del Paese. Nella seduta odierna, oltre al dato sulle scorte di petrolio in arrivo nel pomeriggio, gli Usa renderanno noto l'indice Ism non manifatturiero di settembre previsto in calo a 59,5 punti dai 65 di agosto e le vendite di abitazioni ad agosto (consensus -0,6% m/m da -1%). In Europa verrà reso diffuso il Pmi servizi del mese di settembre stimato a quota 53,5 da 53,3. Per l'Italia l'indice dovrebbe attestarsi a 49 mentre per la Germania a 54,50. Infine sempre a livello europeo arriverà il dato sulle vendite al dettaglio nel mese di agosto che dovrebbe aver fatto segnare una crescita dello 0,5% m/m dopo la contrazione dello 0,5% del mese precedente. Sul petrolio wti al rialzo sono disponibili, tra le altre, le call Goldman Sachs con strike 50, 55 e 60 dollari con scadenza a novembre oppure i leverage certificate bull di Abn Amro con strike 55 e 58 dollari e scadenza a dicembre 2006. Al ribasso ci si può rivolgere ai leverage bear dello stesso emittente con strike 78 dollari e medesima scadenza oppure alle put sempre di Abn Amro con strike 45 e 55 dollari e scadenza a novembre.

COMMENTA LA NOTIZIA