Covered, attesa per le scorte di petrolio Usa

Inviato da Redazione il Mer, 29/06/2005 - 10:02
Il petrolio ha, almeno momentaneamente, mollato la presa sui mercati mondiali seppure rimanga a livelli molto elevati, sopra i 58 dollari al barile ed è scontato che, nella seduta odierna, particolare attenzione andrà al dato sulle scorte di petrolio Usa, la cui contrazione potrebbe avere effetti negativi sui listini. Per contro un dato in crescita avrebbe un effetto meno evidente. Sempre dagli Usa, prima dell'apertura di Wall Street, verranno resi noti la seconda lettura del Pil relativo al primo trimestre con un consensus favorevole a una revisione al rialzo a 3,7 punti percentuali da 3,5% e il dato sul consumo pro-capite, sempre relativo al primo trimestre, stimato stabile al 3,6%. Già reso noto in prima mattinata l'unico indicatore macro atteso in Europa. In Francia, a maggio, i prezzi alla produzione hanno registrato una flessione congiunturale dello 0,3% (+0,2% il consensus degli analisti), che porta la variazione tendenziale al 2,4% (2,8% il consensus). Per investire sul rialzo del prezzo del Brent, il mercato mette a disposizione le call di Société Générale con strike 50, 55, 60 dollari in scadenza ad agosto. Per i ribassisti sono disponibili le put 45 e 50 dollari dello stesso emittente sempre in scadenza ad agosto.
COMMENTA LA NOTIZIA