1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Conversione bond Mps: non aderendo aumenta rischio che ricapitalizzazione fallisca e ci sia bail-in (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mps ha annunciato il lancio di un’offerta pubblica di acquisto su 11 obbligazioni subordinate del valore complessivo di quasi 4,3 miliardi di euro. Gli aderenti avranno l’obbligo di reinvestire il corrispettivo della conversione nell’aumento di capitale da 5 miliardi di euro predisposto dall’istituto senese. I prezzi di conversione sono fissati all’85% del valore nominale per i bond Tier 1 e al 100% per i bond Tier 2, con l’eccezione di una piccola obbligazione Tier I (Isin XS0180906439 da 28,8 mln di euro) per il cui riacquisto viene offerto il 20% del valore nominale. “A seconda dell`emissione il prezzo di offerta implica un premio tra il 25 e il 35% rispetto ai valori correnti”, rimarcano gli analisti di Equita sottolineando come dall’esito conversione volontaria dipenda l’impegno delle banche del consorzio di garantire l’eventuale inoptato dell’aumento di capitale. Dalla conversione dei bond Mps si attende di raccogliere circa 1,5 mld. “Per i bondholder c’è quindi il tradeoff fra aderire e assumersi il rischio equity e non aderire con il rischio che il complesso della ricapitalizzazione non vada a buon fine e ci sia il bail-in”, rimarcano gli analisti di Equita sim.