Contrastati i bancari, ritraccia Capitalia

Inviato da Redazione il Mar, 10/02/2004 - 14:39
Seguono oggi strade diverse i titoli bancari quotati al listino principale di Piazza Affari. Infatti, mentre Bnl lascia sul terreno un secco 1,53% a 2,12 euro e SanPaolo Imi cede oltre l'1% a 10,71 euro, Banca Intesa guadagna lo 0,96% a 3,06 euro e Banca Mps viaggia in spolvero dell'1,16% a 2,625 euro. Secondo indiscrezioni, sarebbero sette gli istituti bancari nei quali vi sarebbero manager indagati dalla Procura di Milano, con accusa di concorso in aggiotaggio, nell'ambito del crac Parmalat. I nomi dei manager sono stati secretati. Le banche coinvolte sarebbero la svizzera Ubs, le americane Bank of America, Morgan Stanley e Citigroup, la Popolare di Lodi, Nextra (sgr di Banca Intesa), e la tedesca Deutsche Bank. Tra i nomi non ci sarebbe, almeno per questo capo d'accusa, Capitalia. Il titolo dell'istituto capitolino guidato da Cesare Geronzi e Matteo Arpe, dopo avere limato i guadagni messi a segno in mattinata, fa registrare un incremento dello 0,21% a 2,42 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA