1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Continua lo scivolone del dollaro tra pressing sullo yuan e mosse Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I Paesi del G7 chiedono alla Cina di rivalutare la sua moneta, lo yuan, per contribuire a risolvere gli squilibri del commercio mondiale. La Cina prende tempo, ma per i mercati è la conferma che il G7 non si oppone a un calo del dollaro guidato e ordinato a tutto favore delle valute asiatiche. Risultato il dollaro cala e ne approfitta l’euro che prende il volo sulle piazze europee. Si ripete quanto avvenuto nel 2003, quando il vertice dei G7 di Dubai si chiuse con l’esortazione, seppure più generica, a una maggiore flessibilità dei tassi di cambio. La valuta unica balza sopra 1,24 dollari, quota che non superava dal mese di agosto per poi ridimensionare le quotazioni. Risale la china, approfittando delle debolezza generalizzata del dollaro, in particolare contro lo yen, che ha portato il biglietto verde sotto 115 yen, ai minimi da tre mesi.