Continua il giallo Fiat, scambiato dal 7 luglio il 41% del capitale

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Resterà forse uno dei tanti misteri irrisolti della calda estate di Piazza Affari. Ieri Fiat, sostenuta da volumi che hanno interessato il 4% del capitale ordinario, ha superato di slancio quota 7 euro, livelli che il titolo non rivedeva da quasi due anni. A fine giornata il progresso si misura nel 4,71% con un prezzo di riferimento salito a 7,1 euro. Gli scambi in realtà si sono impennati, restando costantemente a livelli elevati, dalla vigilia dell’incontro tra l’a.d. del Lingotto, Sergio Marchionne. Dal 7 luglio è passato di mano il 41% del capitale ordinario con punte in particolare il 19 luglio quando è stato scambiato il 5,2% e il 20 luglio quando è stato trattato il 6,5%. All’inizio poteva starci che i fondi sguarniti di Fiat riguardassero i portafogli. Quel che non torna è l’onda lunga del riadeguamento dei portafogli si sia prolungata per settimane, tanto più che in vista non ci sarebbe alcun annuncio straordinario. Giovedì saranno diffusi i dati dell’ultimo trimestre e la sorpresa potrebbe essere un andamento un po’ migliore delle attese.