Continua il braccio di ferro tra Unicredit e Varsavia

Inviato da Redazione il Ven, 03/02/2006 - 09:03
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Il governo di Varsavia alza il livello dello scontro con i vertici di Unicredit; che per tutta risposta ieri sono volati a Bruxelles dove hanno ricevuto il sostegno informale delle autorità europee in difesa della concorrenza. Indubbiamente ieri è stata una giornata densa di appuntamenti per la vicenda che vede contrapposti Unicredit e l'esecutivo polacco. Con una lettera non del tutto inaspettata ma molto più dura del previsto, Varsavia è tornata ad invocare la clausola di non concorrenza - firmata a suo tempo a favore di Pekao da parte di Alessandro Profumo - per vietare la fusione cno la Bhp, banca il cui controllo è arrivato in capo ad Unicredit dopo la fusione con tedesca Hvb. Ieri Varsavia ha fatto di più: ha intimato a Profumo di vendere Bhp entro i prossimi tre mesi, pena la decadenza del contratto di privatizzazione e vendita della Pekao.
COMMENTA LA NOTIZIA