Continua il braccio di ferro tra Rio Tinto e la Cina (stampa australiana)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Continua a distanza il braccio di ferro che vede contrapposti la Cina e il gigante minerario, Rio Tinto. Secondo indiscrezioni di stampa le mire del paese asiatico su Rio Tinto avrebbero fatto un buco nell’acqua: l’importante iniezione di capitali da parte della Cina in Rio Tinto sarebbe fallita a causa della ripresa del mercato delle materie prime. In base a quanto riferito da diversi giornali australiani, il gruppo Chinalco avrebbe dovuto sborsare qualcosa come 19,5 miliardi di dollari, ma Rio Tinto si è tirato indietro e ha preferito mettersi in affari con la rivale Bhp Billiton.