Conti pubblici sotto esame a Bruxelles

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 10/07/2006 - 09:55
Il Dpef varato dal governo è sotto la scure di Bruxelles. Non si presenta facile la partita di Tommaso Padoa-Schioppa, impegnato per due giorni nella capitale belga. Al via oggi, infatti, un Ecofin importante per le discussioni Ue sui conti pubblici italiani, su cui pesa una procedura per deficit eccessivo dei ministri delle Finanze europei. Il ministro dell'economia dovrà convincere i suoi interlocutori europei, a partire dal commissario agli affari economici Almunia, della bontà di un Dpef che contiene sì la conferma degli impegni per il 2007, ma che almeno per ora non rappresenta una prova di unità della maggioranza. Ma il documento messo appunto dal tesoro non dispiace a Bruxelles. Almunia venerdì scorso ha detto di "accogliere favorevolmente l'approvazione del Dpef da parte del governo italiano e all'impegno di ridurre il deficit sotto il 3% nel 2007" ribadendo però che" le misure per tagliare il disavanzo devono adesso essere spiegate nei dettagli nel bilancio del prossimo anno a settembre".

COMMENTA LA NOTIZIA