Conti pubblici: Fitch, solo Italia persiste in sorprese negative

Inviato da Micaela Osella il Mar, 16/01/2007 - 14:33
"Solo l'Italia persiste nelle sorprese negative". Non usa giri di parole per definire la situazione di "ristagno" del Belpaese Brian Coulton, responsabile per l'Italia e per l'Europa di Fitch, intervenuto oggi a Milano alla conferenza stampa di presentazione del credit outlook 2007 stilato dallo stesso Fitch Ratings. Il downgrading AA- risale a ottobre e l'andamento recente è in linea con questa valutazione. Le azioni portate avanti dal Governo Prodi non sono abbastanza per far cambiare idea all'esperto sul rating tricolore. Anche la riforma pensionistica tanto invocata in questi giorni dall'Unione Europa non sarà l'evento clou. Tra le priorità che indica Coulton c'è invece la riduzione della spesa pubblica: "Occorre far qualcosa. La spesa governativa in Italia va affrontata se si vuole che il disavanzo ritorni al 3%". Al responsabile per l'Italia e per l'Europa di Fitch sembra che lo Stivale abbia perso il treno. Coulton ricorda infatti che il 2004-2005 sono stati anni difficili per l'Italia sul fronte crescita. "L'Italia è passata per un periodo difficile, ma non riesce ad uscirne. Per rendere l'economia più flessibile dovrebbe anche liberalizzare il mercato interno", ha concluso.
COMMENTA LA NOTIZIA