Conti pubblici, fabbisogno 2006 scende a 35,2 mld

Inviato da Redazione il Mer, 03/01/2007 - 09:07
Il fabbisogno del settore statale, ossia la differenza fra entrate e uscite in un anno dai ministeri, è quasi dimezzato, passando da 60 miliardi dell'anno scorso a 35,2 del 2006, con un calo del 41%. Il primato, almeno per quanto riguarda l'ultimo decennio, è conseguenza dell'aumento delle entrate e di un maggior controllo sulle spese pubbliche. La riduzione del fabbisogno ha liberato così nuove risorse da impiegare nella manovra finanziaria. Soddisfatto il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, che invita a non abbassare la guardia, mentre Forza Italia replica che il merito è di Silvio Berlusconi e del ex-ministro Giulio Tremonti e della loro politica economica. Il presidente del Consiglio Romano Prodi, intanto, prepara un piano per dare lavoro ai giovani che sia in grado di rendere più efficiente l'università e faciliti l'accesso imprenditoriale.
COMMENTA LA NOTIZIA