Conti della Pop Verona e Novara sotto la lente del Csfb

Inviato da Redazione il Mer, 01/09/2004 - 10:38
Prova della semestrale superata per la Popolare di Verona e Novara. Ne sono convinti gli analisti del Credit Suisse First Boston. In una nota odierna il broker non ha che parole positive per l'istituto guidato da Fabio Innocenzi. "Il primo semestre ha portato ottimi risultati alla Banca Popolare di Verona e Novara. Nonostante il clima generale sottotono la banca è infatti riuscita a riportare una buona crescita a livello di utile", spiegano gli analisti della casa d'affari. Nel primo semestre l'istituto popolare ha messo a segno un utile netto consolidato di 196 milioni di euro, in crescita del 10,5% sul semestre 2003. "Anche a fronte di una certa pressione sui margini, l'accelerazione dei prestiti potrebbe essere un buon catalizzatore per gli istituti bancari italiani in generale, ma in maniera particolare per quei titoli che sono ben capitalizzati come Banca Intesa, SanPaolo Imi e naturalmente la Banca Popolare di Verona e Novara". Risultato: BPVN è la preferita del Csbf. Gli analisti snocciolano a favore della loro tesi ben tre motivi: la valutazione attraente del titolo in Borsa, i margini di espansione superiori alla media e l'ottimo potenziale di crescita a livello di dati di bilancio. Outperform confermato dal Credit Suisse per SPI con prezzo obiettivo a 10,70, mentre Banca Intesa è vista neutral con target price a 3,25 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA