1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

I conti 2007 di France Telecom trascinano al rialzo le tlc d’Europa

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il settore delle telecomunicazioni domina in Europa, scavalcando un altro comparto difensivo per eccellenza come quello delle utilities. E’ l’andamento del Dj Euro stoxx Telecom (+1,42% a 499,21 punti) a confermare queste performance positive. Ma cosa ha innescato la corsa rialzista delle Telecom nel Vecchio continente? I risultati 2007 di France Telecom superiori alle attese, diffusi questa mattina, sono stati il propellente che ha messo in moto il titolo della tlc francese a Parigi (+1,61%) e che ha di fatto contagiato anche gli altri telefonici in Europa.


In dettaglio, France Telecom ha archiviato il 2007 con un margine operativo lordo in crescita del 3,4% su base comparabile, attestandosi a 19,1 miliardi di euro. Per quanto riguarda il cash flow organico ha raggiunto i 7,8 miliardi, migliorando le stime dello scorso dicembre a 7,5 miliardi. In aumento anche i ricavi consolidati pari 59,95 miliardi al 31 dicembre 2007 (+2,8% su base comparabile), una crescita particolarmente sostenuta soprattutto nel quarto trimestre del 2007 (+3,6%). Le performance migliori sono state quelle della divisione mobile: in questo ambito i ricavi sono passati dai 27,74 miliardi del 2006 agli attuali 29,12 miliardi. Inoltre, uno tra i più importanti operatori di telefonia a livello internazionale, che oggi conta oltre 170 milioni di clienti nel mondo, propone un dividendo di 1,3 euro per azione per il 2007. Risultati che hanno spinto i vertici dell’operatore di tlc transalpino a ritoccare al rialzo le stime di cash flow per l’anno in corso.

Un’intonazione positiva per tutte le Telecom europee, dunque. A partire da Telecom Italia, che in questo momento viaggia sopra i 2 euro per azione in rialzo dell’1,39%. All’insegna degli acquisti anche la seduta della britannica Vodafone, che guadagna lo 0,46% a 174,40 pence. L’effetto ‘contagio’ non risparmia nemmeno Belgacom e Deutsche Telekom, che avanzano rispettivamente dell’0,79% e dell’1,60%.

 

Le tlc europee rappresentano una buona occasione d’investimento in una situazione di mercato non certo favorevole. Ne sono convinti gli esperti di Citigroup, che in un report diffuso a fine gennaio hanno confermato la raccomandazione “overweight” (sovrappesare) sulle Telecom . “Noi ci attendiamo ritorni assoluti forse più bassi rispetto allo scorso anno, in parte perché il nostro punto di partenza è più alto e anche alla luce delle cadute viste da inizio anno, ma le performance relative dovrebbero essere positive perché le Telecom sono per loro natura difensive, con un cash flow relativamente stabile rispetto ai finanziari, energetici e media.”. Per gli analisti di Citi la strategia portata avanti dalle tlc del Vecchio continente sarà quella di fare appello alla loro natura difensiva per fronteggiare uno scenario macro traballante.
“Addentrandosi nella stagione delle trimestrali – spiega Citi – noi vediamo dei potenziali rialzi nel breve termine per Bouygues, BT, Swisscom, Virgin Media e Vodafone, mentre assisteremo a una volatilità marcata per Colt, Deutsche Telekom, Portugal Telecom and Mobistar”.