1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Consumi: negli ultimi 20 anni quota destinata ad alimentazione scesa al 14%, sale quella per bollette

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mediamente nel 2015 ogni italiano ha speso circa 6,5 euro al giorno per alimentari e bevande. La quota destinata all’alimentazione si è ridotta notevolmente negli ultimi vent’anni, passando da quasi il 17% nel 1995 a poco più del 14% nel 2015. E’ quanto emerge dalla presentazione odierna di Confcommercio su “Consumi e spese obbligate”.
Cresce invece la quota destinata all’abitazione e ai servizi ad essa collegati (gas, luce, acqua) e quella destinata ai consumi fuori casa, soprattutto per ragioni socio-demografiche. Le due aree hanno guadagnato 7,5 punti percentuali nel complesso, a scapito degli alimentari (-2,6 punti percentuali in venti anni), del vestiario e delle calzature (-1,5%), dei mobili e degli elettrodomestici (-1,8). La terziarizzazione dei consumi ha visto la quota di spesa per i beni passare in venti anni dal 56,4% al 47,4%, con una perdita di nove punti percentuali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Indagine procura di Campobasso

Usura bancaria: indagato ministro Paolo Savona

Il ministro degli affari europei Paolo Savona risulta indagato dalla procura di Campobasso per usura bancaria. All’epoca dei fatti avona era al vertice di Unicredit. Oltre al ministro altri nomi …

Dati Consulta Nazionale dei Caf

Fisco: pochi scelgono il 730 on line, 86% si rivolge al Caf

Agli italiani piace il 730 precompilato ma non così tanto visto che ancora l’86% preferisce rivolgersi al Caf per compilare la dichiarazione dei redditi. A dirlo i dati diffusi dalla …

Riassetti societari

Snaidero: maggioranza in mano al fondo IDeA Ccr

La maggioranza del capitale azionario della Snaidero Rino, azienda friulana attiva nella produzione di cucine componibili, dopo essere stata vicina al passaggio ad un soggetto industriale cinese, ora è in …