1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

La Consob vuole vederci chiaro in Marzotto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La società non commenta e gli analisti neanche, questi ultimi adducendo come motivazione che il titolo “non segue più logiche legate ai fondamentali”. Sembrava finita o almeno in pausa la vicenda Marzotto-Zignago e invece il titolo della prima continua ad avere un andamento frenetico in Borsa all’indomani del ritiro dell’Opa lanciata dal ramo della famiglia guidato dal presidente Antonio Favrin. E porpio su questa Opa la Consob vuole vederci chiaro essendosi appena accorta che, dopo aver annunciato l’offerta il 23 maggio scorso, la cordata, legata da un patto riguardante il 37,15% del capitale, non ha mai depositato i documenti relativi alla stessa Opa come prevede l’articolo 102 del Tuf, rregolarità che era passata inosservata tre giorni fa quando la cordata si era ritirata davanti alla controfferta da 18,6 euro lanciata da Marco Donà dalle Rose e dai quattro nipoti del conte Pietro Marzotto, costretti a uscire allo scoperto per non perdere il controllo dell società, ora saldamente nelle loro mani con il 48,3% del capitale.