Consob: Blackrock e AllianceBernstein non comunicheranno più le partecipazioni tra il 2% e il 5% detenute in gestione del risparmio

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 21/11/2012 - 17:42
BlackRock e AllianceBernstein hanno scelto di avvalersi di una norma presente nel Regolamento Emittenti della Consob che regola l'esenzione relativa alla comunicazione delle partecipazioni tra il 2% e il 5% detenute in gestione del risparmio. Secondo quanto riportato dalla Commissione nella sezione dedicata alle partecipazioni rilevanti delle società quotate, AllianceBernestein e BlackRock hanno comunicato rispettivamente il 13 e il 19 novembre all'authority la volontà di usufruire di tale esenzione entrata in vigore il 6 giugno e pertanto a partire da tale data hanno chiesto che le partecipazioni superiori al 2% e inferiori al 5%, in precedenza dichiarate, non vengano più considerate rilevanti. BlackRock ha deciso di avvalersi dell'esenzione per le quote detenute in Generali, Autogrill, Banco Popolare, Enel, Eni, Fiat Industrial, Fiat, Finmeccanica, Intesa Sanpaolo, Mediaset, Pirelli, Prysmian, Saipem, Telecom Italia, Terna, Unicredit e Ubi Banca. Per Alliance Bernstein l'esenzione riguarda la partecipazione in Telecom Italia.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA