Consob: BipMorgan Stanley scende sotto il 2% in Cir, Mackenzie entra col 2,248%

QUOTAZIONI Cir-Comp Ind Riunite
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Morgan Stanley riduce la propria partecipazione nel capitale sociale di Cir tagliando le proprie quote sotto il 2% dal precedente 4,876%, mentre Mackenzie Cundill Investment Management entra nel capitale sociale di Cir con la quota del 2,248%. Lo comunica il sito web della Consob, nella sezione dedicata alle partecipazioni rilevanti delle società quotate, che riporta come data delle due operazioni lo scorso 20 maggio.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ITALIA

Cir: ricavi in crescita nel 2016, dividendo a 0,038 euro ad azione

Il gruppo Cir ha chiuso il 2016 con ricavi pari a 2.620,7 milioni di euro, mostrando un incremento del 3% rispetto ai 2.544,4 milioni registrati nel 2015, “sostenuto dalla crescita di Sogefi e KOS, che hanno entrambe registrato un aumento del fatturato del 5%”, precisa la società in una nota. Il margine operativo lordo (EBITDA) […]

TRIMESTRALI ITALIA

Cofide: +9,5% per l’Ebitda al 30 settembre, utile sale a 24,2 milioni

Cofide, l’azionista di controllo di CIR (Compagnie Industriali Riunite), ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2016 con ricavi per 1.946,7 milioni, +2,6% rispetto ai 1.897,4 milioni del corrispondente periodo 2015. L’Ebitda è ammontato a 189,5 milioni (+9,5%) mentre l’utile netto si è attestato a 24,2 milioni, dai 19,2 del corrispondente periodo del precedente esercizio. […]

ITALIA

CIR e F2i perfezionano acquisto del 46,7% di Kos da Ardian

CIR-Compagnie Industriali Riunite e F2i Healthcare, società controllata dal Secondo Fondo F2i, hanno perfezionato oggi l’acquisto da Ardian del 46,7% di KOS, azienda del gruppo CIR. Il controvalore dell’operazione è di 292 milioni di euro. F2i Healthcare ha acquistato da Ardian una quota di KOS per 240 milioni di euro, mentre CIR ha rilevato la […]

Cir sale a Piazza Affari (+1,5%): Equita alza target price

Seduta positiva a Piazza Affari per il titolo Cir che sale di circa un punto percentuale e mezzo in area 1,1060 euro. Gli analisti di Equita Sim hanno alzato il loro target price sull’azione quotata sul listino milanese portandolo a 1,15 euro dai precedenti 1,1 euro. Confermato il rating “buy”.