1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Confindustria: Italia, sembra essersi arrestato deterioramento mercato del lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Appare essersi arrestato il deterioramento del mercato del lavoro italiano, al di là delle fluttuazioni mensili”. Così si legge nella Congiuntura flash del Centro Studi di Confindustria. Il numero di persone occupate in Italia è rimasto pressoché stabile nei primi due mesi dell’anno e ha oscillato nei tre successivi: +91 mila unità in marzo, -87mila in aprile e +52 mila in maggio-giugno. Il tasso di disoccupazione in maggio si è attestato al 12,6%, sui livelli dell’autunno scorso. Inoltre migliorano le aspettative delle imprese sull’occupazione per il trimestre in corso.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.