Confesercenti: recessione verso la fine, ma la modesta crescita nel 2014 non basta a creare lavoro

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 10/09/2013 - 12:08
La recessione è agli sgoccioli in Italia. Se il 2013 si chiuderà con una contrazione del Prodotto interno lordo (Pil) dell'1,7%, nel 2014 dovrebbe invece finalmente materializzarsi la tanto attesa inversione di tendenza, con una crescita del Pil dell'1%. A certificare la ripresa è il consueto rapporto di previsioni macro-economiche Confesercenti-Ref che, però, invita a non ritenere 'archiviata' la crisi. Ma si tratta piuttosto di una "ripresina", afferma Confesercenti, ancora fragile e incerta, che comunque non basterà a creare nuovo lavoro. Anche nel corso del prossimo anno, infatti, gli occupati continueranno a scendere (-0,2%), mentre il tasso di disoccupazione toccherà quota 12,8%, il 2,1% in più rispetto al 2012.
COMMENTA LA NOTIZIA