Confcommercio su inflazione: segnali di raffreddamento

Inviato da Redazione il Mer, 15/09/2010 - 15:21
"La riduzione all'1,6% tendenziale dall'1,7% di luglio e il dimezzamento del tasso di variazione mese su mese - passato da +0,4% a luglio a +0,2% ad agosto - confermano l'assenza di evidenti patologie inflazionistiche nel nostro Paese anche nel confronto con l'area euro dove l'indice IPCA registra un +1,6% contro il +1,8% dell'Italia". Questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati sull'inflazione diffusi oggi dall'Istat. "Va, inoltre, considerato come alimentari, abbigliamento e altri beni commerciabili abbiano fornito un contributo nullo o addirittura negativo all'inflazione derivante, in agosto, dai capitoli trasporti e comunicazioni".
COMMENTA LA NOTIZIA