Confcommercio: per le imprese il 2013 andrà peggio rispetto all'anno scorso

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 20/03/2013 - 10:19
Confcommercio-Imprese per l'Italia, in collaborazione con Format Research, ha realizzato un'indagine sulle aspettative delle imprese per il 2013. Il sentimento prevalente sulla situazione economica del 2013, si legge in una nota emanata dalla Confederazione, è sicuramente il pessimismo: il 42% degli imprenditori ritiene che andrà peggio rispetto all'anno precedente e per il 52% andrà più o meno nello stesso modo; solo per il 12% degli imprenditori quest'anno la situazione della propria impresa migliorerà rispetto al 2012.

Tra le principali emergenze da affrontare nell'immediato, prosegue la nota, gli imprenditori indicano la riduzione della pressione fiscale sulle imprese e sul lavoro (per il 90,5%), sulle famiglie (80,1%), le politiche in favore dell'occupazione (72,1%); per circa l'80% degli imprenditori l'emergenza economica si affronta facendo ripartire il credito alle imprese e i consumi; per l'80% delle imprese la strada per fronteggiare le emergenze del Paese passa necessariamente dal taglio dei costi della Pubblica Amministrazione e dei costi della politica; imprenditori divisi a metà tra ottimisti (circa 49%) e pessimisti (circa 44%) sulla capacità del nuovo Esecutivo, qualsiasi esso sia, di riuscire ad affrontare le priorità del Paese nei primi 100 giorni di governo.
COMMENTA LA NOTIZIA