1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Con gli Eurobond l’LTRO non serve più (commento analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Occhi puntati sulle possibili soluzioni alle turbolenze dell’Eurozona, soprattutto in vista della scandenza elettorale del prossimo 17 giugno, che vedranno i cittadini greci recarsi alle urne per eleggere il nuovo governo. E’ indispensabile, seconco Giorgio Mascherone di Deutsche Bank, trovare un modo per stabilizzare la situazione. Ad esempio, “con la ricapitalizzazione diretta da parte del fondo ESM delle banche in difficoltà, anche con l’unificazione delle misure di garanzia sui conti bancari dell’Eurozona, e con la decisione di emettere Eurobond, non sarebbe nemmeno necessario un nuovo prestito LTRO da parte dell’Eurotower e si eviterebbe un pericoloso contagio alle banche portoghesi, spagnole, italiane e francesi”. La situazione, secondo Mascherone, è ancora gestibile. Lo dimostra la movimentazione dei conti bancari, che in aprile non ha assunto le proporzioni su una fuga. “Solo in Spagna sono scesi di circa il 6%, mentre in Italia e Irlanda sono marginalmente cresciuti”. L’euro debole, inoltre, secondo Mascherone “è un aiuto insperato in un momento in cui l’export è determinante mentre l’import è ridotto dalla diminuzione dei consumi privati”.