1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il comparto bancario gradisce l’esortazione di Draghi alle aggregazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quando la Borsa di Milano si avvia stancamente al giro di boa il comparto bancario appare intonato positivamente. Solo Capitalia stenta intonro alla linea di parità con un rialzo di appena 0,03% punti percentuali a 6,565 euro ma per il resto i titoli testimonial del settore dimostrano di gradire il ritorno al centro dell’attenzione dopo le dichiarazioni di Mario Draghi, fautore della crescita degli istituti domestici, crescita necessaria per resistere agli attacchi provenienti dall’estero. Un invito non velato alle aggreazioni sull’esempio di Unicredit che oggi avanza dello 0,55% a 6 euro. Sotto il punto percentuale di guadagno rimangono Intesa, +0,81% a 4,595 euro, MontePaschi a 4,6725 in rialzo dello 0,92% e SanPaolo Imi, +0,74% a 14,13. Più corposi i guadagni messi a segno da Bpu, +1,69% a 20,14 euro, Bpvn che sale dell’1,46% a 22,19 e soprattutto Mediobanca che incassa l’1,65% a 16,04 euro.