1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: Unicredit, atteso un rialzo dei prezzi delle materie prime nel 2012 -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante questo, nel breve periodo una battuta d’arresto delle quotazioni è “probabile” poiché da un lato “ci aspettiamo un calo delle stime relative la domanda dopo l’outlook negativo sull’economia globale del Fondo Monetario e della Banca Mondiale e dall’altro perché molte materie prime quotano sopra le stime e sopra la curva dei futures”.

“Oltre che sull’oro, la nostra view si conferma bullish per il rame e l’alluminio, i cui problemi strutturali dal lato dell’offerta potrebbero portare ad un deficit di output nel 2012”. Sull’oro la view a 3-6 mesi è per un incremento delle quotazioni a 1.800/1.850 dollari l’oncia (+4,7/+7,7% rispetto ai livelli attuali), mentre il rame è l’alluminio dovrebbero rispettivamente attestarsi a 8.100-8.400 ed a 2.200-2.350 dollari la tonnellata.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …