1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Commodity: Pyongyang spinge l’oro a 1.345 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Massimo dal settembre 2016 per il future con consegna dicembre sull’oro che, spinto dalle tensioni geopolitiche, in avvio di ottava è salito fino a 1.345,5 dollari l’oncia. Nelle ultime cinque sedute il derivato ha segnato un +1,9% mentre il saldo mensile evidenzia un +6%.

L’esperimento nucleare numero 6 , il più potente finora condotto dai nordcoreani, ha provocato un terremoto rilevato anche dai sismografi negli Stati Uniti, che ne hanno valutato la magnitudo in 6,3 gradi Richter.

“Vedremo”. Così il presidente americano Donald Trump ha risposto a chi gli chiedeva se gli Stati Uniti sono in procinto di attaccare Pyongyang.

La risalita del metallo giallo sta favorendo i titoli delle società minerarie. A Londra Fresnillo segna un +2,1%, Polymetal avanza del 3,12 e Randgold dell’1,63 per cento.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …

USA

Wall Street apre sotto la parità

Apertura in flessione per Wall Street in scia alle nuove minacce della Corea del Nord di un possibile lancio missilistico. Col riemergere delle tensioni geopolitiche torna la cautela sui listini …