1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: PGM, il mercato russo beneficerà dell’inasprimento delle norme ambientali (Frost & Sullivan)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mercato russo dei platinoidi (PGM) beneficerà dell’inasprimento delle normative ambientali. È quanto si legge in un report sui metalli diffuso oggi dagli esperti di Frost & Sullivan. “L’incremento dell’utilizzo dei PGM in svariate applicazioni industriali, come pure l’aumento della popolarità dei PGM quali asset di investimento per gli hedge fund in tempi di valute instabili e mercati azionari incerti, sta guidando il mercato”, rileva Monika Nowotnik, analista di Frost & Sullivan. “Il mercato russo sta seguendo queste tendenze globali, ed è attesa una crescita del consumo domestico, specialmente nei settori automobilistico, dei gioielli, chimico ed elettronico”.

Oggi la Russia rappresenta il secondo produttore di platinoidi ed il più grande produttore di palladio a livello globale. Nel 2010, la fornitura russa di PGM ha rappresentato il 34% della produzione mondiale. “L’inasprimento delle normative ambientali ostacolerà il rapido sviluppo delle aree di estrazione”, osserva Nowotnik e “queste normative potranno rafforzare lo sviluppo di tecnologie moderne, come ad esempio le marmitte catalitiche e le pile a combustibile”. “Queste tecnologie possono sfruttare le proprietà catalitiche e la resistenza del platino e del palladio per diminuire le emissioni di gas nocivi ed aumentare la durabilità di vari prodotti.”

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

MERCATO VALUTARIO

Forex: dollaro scivola ancora, eur/usd a un soffio da 1,12

Nuovi minimi a oltre 6 mesi per il dollaro. Si conferma anche oggi la debolezza del biglietto verde con il cross euro/dollaro spintosi a ridosso di 1,12 (1,1197) nel pomeriggio. Un’accelerazione al ribasso per il dollaro è arrivata dopo le dichiarazi…