1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: outlook positivo sulla seconda metà dell’anno (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Credit Suisse è ottimista sull’andamento delle materie prime nella seconda metà dell’anno. È quanto emerge da un report elaborato dalla divisione ricerca del colosso svizzero. Il trend positivo registrato nella prima parte d’anno, l’indice S&P Gsci nel 2014 ha finora guadagnato oltre cinque punti percentuali toccando lunedì scorso i massimi da cinque mesi, secondo il Credit Suisse è destinato a continuare.

I fattori che hanno spinto i prezzi nel corso dei primi sei mesi, tra cui il restringimento delle scorte, “sono destinati a confermarsi anche nella seconda metà dell’anno”. In più, nei prossimi mesi, “si registrerà anche un incremento della domanda”.

La view sul petrolio è stata incrementata di 5 dollari e attualmente un barile di Brent nel terzo e nel quarto trimestre è visto a 115 e a 110 dollari. L’outlook è confermato ribassista invece sull’oro che, “poco sostenuto dalle tensioni geopolitiche e minacciato dalla crescita dei tassi di interesse reali”, è stimato in calo sotto quota 1.200 dollari entro la fine dell’anno.