1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: oro in stand-by in attesa del meeting della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di settimana poco mosso per le quotazioni dell’oro che al Comex, in versione future con consegna dicembre, passa di mano a 1.331 dollari l’oncia, un quarto di punto percentuale in meno rispetto al dato precedente.

La lateralità registrata nelle ultime sedute è riconducibile all’incertezza che circonda il prossimo meeting della Federal Reserve: guardando le indicazioni macroeconomiche, e in particolar modo il calo del Pmi servizi ai minimi da oltre sei anni, la Federal Reserve nel prossimo meeting dovrebbe confermare il costo del denaro.

Alla luce invece delle dichiarazioni di importanti esponenti della Banca centrale, il prossimo 21 settembre l’istituto guidato da Janet Yellen potrebbe decidere di ritoccare al rialzo il tasso sui Fed Funds.

“Salgono le attese per un potenziale incremento dei tassi a settembre e questo basterà a ridurre le posizioni rialziste nei prossimi giorni”, ha detto Daniel Hynes di ANZ.

Nella settimana al 6 settembre i contratti “long” detenuti da hedge funds e money managers sono saliti ai massimi da oltre due mesi.