Commodity: le posizioni nette lunghe salgono ai massimi da settembre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli operatori scommettono su un rialzo dei prezzi dei prodotti alimentari in scia delle indicazioni meteo in arrivo dal Sud America. Nella settimana conclusasi il 28 febbraio i money manager hanno incrementato la posizioni nette rialziste sui prezzi dei prodotti alimentari del 26% a 607.721 contratti, il livello massimo degli ultimi 5 mesi. Alla luce dell’attuale forza della domanda, gli operatori stanno scommettendo che la siccità che sta colpendo i raccolti sudamericani possa ridurre l’output di granoturco, soia e zucchero.
Le posizioni nette lunghe sul primo si attestano ai massimi da due mesi, quelle sulla soia a livelli che non si vedevano da 5 mesi mentre quelle sullo zucchero ai massimi da agosto. Nel complesso le scommesse rialziste sulle commodity si attestano ai massimi dal 13 settembre a 1,18 milioni di contratti, il 15% in più rispetto alla scorsa settimana. Tra le materie prime energetiche, +5% per il greggio, salito ai massimi da 10 mesi a 272.032 contratti.