1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: JP Morgan, i prezzi torneranno a crescere nel Q3

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dal terzo trimestre ci attendiamo una crescita dei prezzi delle materie prime in scia della ripresa dell’economia globale. È quanto si legge nel “Global Markets Outlook and Strategy” preparato dagli analisti di JP Morgan. “Nel complesso la nostra view sulle commodity resta neutrale, con una leggera inclinazione ribassista nei prossimi due mesi”. Parlando di materie prime l’osservata speciale è la Cina, che da sola rappresenta circa il 40% della domanda di metalli base. “In particolare evidenza ci sono le notizie in arrivo dalla Cina e la recente discrepanza tra il Pmi ufficiale con quello redatto da Markit incrementa l’incertezza sulla crescita del Regno di Mezzo”. A marzo l’indice Pmi preparato dalle autorità cinesi è salito ai massimi da 11 mesi a 53,1 punti mentre il dato Markit/Hsbc ha registrato il quinto calo consecutivo a 48,1 punti. “Secondo il nostro strategist sulle metalli la domanda fisica è destinata a crescere nel Q2 e questo favorirà una stabilizzazione dei prezzi”.

Per quanto riguarda le materie prime energetiche “nei prossimi mesi il prezzo della benzina è destinato a scendere gradualmente in corrispondenza della fine delle operazioni di manutenzione delle raffinerie”. Sul petrolio “abbiamo un inclinazione leggermente ribassista visto che le tensioni dal lato dell’offerta si sono placate e la primavera è in genere un periodo caratterizzato dalla debolezza della domanda”. “Siamo invece rialzisti sull’oro in scia degli acquisti da parte delle Banche centrali dei Paesi emergenti”.