1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: Johnson Matthey stima un deficit di offerta per l’accoppiata platino-palladio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il calo dell’output sudafricano, stimato ai minimi dal 2001 a causa degli scioperi, nel 2012 farà registrare al mercato del Platino un deficit di offerta di 400 mila once. A dirlo è la Johnson Matthey, il primo raffinatore mondiale di platinoidi, nel suo Interim Review. Nel 2011 l’offerta aveva superato le richieste di 430 mila once.

Secondo le stime diffuse da Johnson Matthey il platino nei prossimi sei mesi oscillerà tra 1.400 e 1.800 dollari attestandosi in media a 1.625 dollari l’oncia. Deficit anche per il palladio, che con il platino condivide i siti estrattivi. Secondo JM nel 2012 il mercato registrerà un deficit di 915 mila once (surplus di 1,26 milioni nel 2011) spingendo i prezzi a sei mesi (550-750$) a 650 dollari l’oncia. Attualmente il future con consegna dicembre sul platino al Nymex segna un rialzo di mezzo punto percentuale a 1.564,5 dollari mentre il derivato sul palladio sale dell’1,5% a 617,2 dollari.