1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: BofA, il sostegno fornito dal QE3 ai prezzi dei metalli potrebbe essere temporaneo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I prezzi dei metalli beneficeranno di una nuova immissione di liquidità ma la spinta rialzista è destinata a durare poco. È quanto si legge nel Global Metals Weekly preaparato da Bank of America Merrill Lynch. “I prezzi dei metalli industriali inizialmente hanno beneficiato delle misure, convenzionali e non, approvate dalle banche centrali ed una nuova fase di quantitative easing negli Stati Uniti potrebbe sostenere ulteriormente le quotazioni (così come nuovi stimoli all’economia da parte delle autorità cinesi)”.
“Le serie storiche però ci indicano che l’effetto rialzista attribuibile a nuovi stimoli monetari (i nostri economisti stimano che il quantitative easing 3 sarà approvato a settembre) avrà durata limitata se non si accompagnerà ad una soluzione dei problemi che affliggono Europa e Stati Uniti”. Secondo gli analisti di BofA “un rally sostenuto dei prezzi dei metalli, fatta eccezione per l’oro, non è possibile in mancanza di una soluzione strutturale dei problemi di Stati Uniti e Europa”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

MERCATO VALUTARIO

Forex: dollaro scivola ancora, eur/usd a un soffio da 1,12

Nuovi minimi a oltre 6 mesi per il dollaro. Si conferma anche oggi la debolezza del biglietto verde con il cross euro/dollaro spintosi a ridosso di 1,12 (1,1197) nel pomeriggio. Un’accelerazione al ribasso per il dollaro è arrivata dopo le dichiarazi…