1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: Barclays, indicazioni positive dalla domanda cinese di metalli di base

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Appena le prospettive sull’andamento dell’economia cinese sono diventate incerte, l’attenzione degli operatori è stata catturata dalla domanda di materie prime in arrivo dal colosso asiatico”. È quanto si legge in un report di Barclays Capital dedicato all’andamento delle importazioni di commodities da parte del Celeste impero. “I dati relativi la bilancia commerciale e le indicazioni positive dal fronte macro arrivate ad ottobre sono in linea con le nostre stime, che prevedono un atterraggio morbido dell’economia; confermiamo quindi una view positiva sulle importazioni cinesi di materie prime da qui alla fine dell’anno”.

Per quanto riguarda i metalli di base, le importazioni di rame, nickel e stagno a settembre sono salite ai massimi da oltre un anno (+17, +23 e +136% m/m). “Questi dati evidenziano il passaggio dalla fase di riduzione delle scorte a quella in cui le importazioni sono necessarie per soddisfare le esigenze della domanda interna”. Inoltre il differenziale di prezzo rispetto alle quotazioni londinesi indica “che gli attuali livelli delle importazioni sono supportate dalla rigidità del mercato domestico”.

Indicazioni invece miste dai metalli preziosi. A fronte del -16% m/m registrato dall’argento, il duo formato dal platino e dal palladio da inizio anno ha registrato un rialzo dell’11% annuo. La domanda per questi ultimi due metalli arriva in prevalenza dal comparto auto, che dal +4% del 2011 l’anno prossimo è atteso in crescita del 7%.