1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: 17° incremento consecutivo per le trivellazioni negli Stati Uniti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lieve segno meno al Nymex per il future con consegna giugno sul WTI, il petrolio statunitense, che passa di mano a 47,75 dollari (-0,17%). Dopo i recenti rialzi, le prese di beneficio sono state innescate dall’indice che misura l’andamento delle trivellazioni negli Stati Uniti elaborato da Baker Hughes.

Un tempo guardati con distrazione, questi dati negli ultimi mesi sono diventati particolarmente importanti per monitorare lo stato di salute dell’industria petrolifera a stelle e strisce.

Stando ai numeri elaborati dalla società texana, le trivellazioni di petrolio nell’ultima settimana sono salite di 9 a 712 unità, il livello maggiore dall’aprile del 2015. Per il dato si tratta del 17° incremento consecutivo.
Un anno fa le trivellazioni attive erano 318.

Secondo le stime del Dipartimento dell’Energia Usa, la produzione di petrolio nella prima economia nell’anno corrente salirà a 9,3 milioni di barili giornalieri medi (8,9 milioni nel 2016) e l’anno prossimo farà registrare un nuovo picco a 10 milioni di barili.