1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Commissione Ue: segnali positivi, ma non bisogna pensare che la crisi sia finita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La recessione per l’Europa rimane profonda ma affiorano i primi germogli di ripresa. E’ questa la fotografia sulla situazione attuale scattata dalla Commissione Ue che invita alla prudenza nonostante i segnali confortanti che arrivano dalla gran parte dei paesi dell’Unione. “Il peggio sembra essere alle nostre spalle in termini di contrazione del Pil e le previsioni di primavera indicano una timida ripresa per il 2010”, si legge nel rapporto trimestrale sulla zona euro, nel quale però si mette in guardia dall’essere “precipitosi”, pensando che “la crisi sia superata”. “L’attività economica resta depressa con un pil, nel primo trimestre, che indica il più veloce tasso di contrazione in decenni” e quindi, segnala il rapporto, “al di là della risposta immediata alla crisi”, è necessaria “una strategia coerente e coordinata” per fare sì che l’economia di Eurolandia “non venga intrappolata in una ripresa lenta e deludente”.