Colombia, crescita più elevata degli ultimi trenta anni (Fondionline.it) -2-

Inviato da Redazione il Lun, 23/07/2007 - 15:29
Gli analisti sottolineano che nel 2007 la chiave della crescita tornerà ad essere il dinamismo dei consumi, che sommati agli investimenti, prospettano uno scenario favorevole per il processo di consolidamento del quadro economico. Gli osservatori internazionali sostengono invece che il ritorno alla crescita dell'economia sia dovuto alla maggiore sicurezza pubblica, al contenimento dell'inflazione e al forte ridimensionamento della disoccupazione. Il presidente Alvaro Uribe ha affermato che il trend in corso è sostenibile solo a patto di: compiere uno sforzo fiscale di medio periodo, evitare un'impennata dei tassi di interesse e consolidare la sicurezza del paese. Per quanto riguarda il costo del denaro, la Banca Centrale è stata costretta ad alzare i tassi di interesse per cercare di porre freno al rialzo dei prezzi impresso dall'incremento dei consumi privati. Gli ultimi aggiornamenti indicano che l'inflazione è cresciuta del 5,8% a marzo e che sarà difficile centrare l'obiettivo ufficiale del 4,5%. Fin dall'agosto del 2006, le autorità monetarie colombiane hanno elevato i tassi fino all'8,25%. Si tratta di una strategia che è stata ampiamente criticata dal numerosi componenti dell'Esecutivo in carica, argomentando che tale mossa potrebbe frenare sia il mercato del credito sia l'arrivo di nuovi flussi di capitali esteri. La Banca Centrale ha tuttavia più volte comunicato che la politica monetaria restrittiva potrebbe avere un seguito nel caso di ulteriori pressioni rilevate sul fronte dei prezzi. (Segue)
COMMENTA LA NOTIZIA