Codacons su Istat: il governo deve contenere crescita dei prezzi

Inviato da Micaela Osella il Gio, 28/12/2006 - 15:54
Per l'Istat il 50% delle famiglie vive con meno di 1.800 euro al mese. Ciò significa - sostiene il Codacons - che il 50% delle famiglie italiane vive in stato di povertà, e riesce a malapena ad arrivare alla fine del mese. Ai 1.800 euro al mese di reddito è necessario togliere le spese relative alla voce affitto e spese per la casa, quelle per le bollette delle utenze domestiche, quelle per il mantenimento dell'automobile. Anche senza contare le voci relative ai servizi bancari, all'istruzione, alla salute, alle famiglie restano 400 euro al mese per l'alimentazione. Una cifra incredibilmente bassa - sostiene l'associazione dei cosumatori - e che determina da una parte forti indebitamenti, dall'altra la rinuncia a viaggi, serate al cinema o in pizzeria, svaghi, divertimenti, spese per il benessere. "Il Governo deve intervenire a sostegno dei bilanci familiari - afferma Carlo Rienzi, presidente Codacons - introducendo misure in grado di far scendere le tariffe e contenere la crescita dei prezzi che impoverisce costantemente i cittadini italiani".
COMMENTA LA NOTIZIA