1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Codacons: retribuzioni al palo riducono potere d’acquisto e impoveriscono italiani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“La bassissima crescita delle retribuzioni in Italia, salite appena dell’1,4% nel 2013, il dato più basso dal 1982, anno di inizio delle serie storiche, ha effetti diretti sulle famiglie, limitando la capacità d’acquisto e riducendo i consumi”. Così in una nota il Codacons commenta gli ultimi dati Istat sulle retribuzioni contrattuali.

“Se da un lato In Italia la pressione fiscale è salita nel 2013 al 44,3%, dall’altro le retribuzioni registrano una brusca frenata”, spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi. “Tale situazione produce una progressiva erosione del potere d’acquisto dei cittadini con effetti diretti sui consumi e sullo stato economico delle famiglie. In sostanza le uscite per tasse e imposte crescono assai di più rispetto le entrate fisse rappresentate dai salari. In tale contesto aumenta l’impoverimento degli italiani e si aggrava lo stato di salute dell’intero paese, che per ripartire ha urgente necessità di incrementare potere d’acquisto e consumi e ridurre la pressione fiscale”, conclude Rienzi.