1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il Codacons protesta contro il caro-benzina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La benzina italiana è la più cara d’Europa e il Codacons non ci sta. Nonostante Eni abbia ribassato da oggi di due centesimi al litro il prezzo della benzina presso i distributori Agip, l’associazioni dei consumatori è tornata all’attacco puntando il dito contro le speculazioni dei petrolieri sul prezzo della benzina e su una situazione divenuta oramai insostenibile per i consumatori nostrani, alle prese con listini da capogiro alla pompa. E la protesta del Codacons stavolta si è spinta oltre proclamando per il prossimo 15 agosto lo “sciopero bianco” degli automobilisti. “Invitiamo i cittadini a non utilizzare l’automobile per i loro spostamenti nel giorno di Ferragosto, preferendo mezzi di trasporto alternativi come biciclette, treni o pullman – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Gli automobilisti devono dire basta alle intollerabili speculazioni sui prezzi dei carburanti, che si impennano a ogni esodo facendo uscire milioni di euro in più dalle tasche delle famiglie in viaggio – prosegue Rienzi”. L’invito del presidente di Codacons ai cittadini è di boicottare, nei giorni 13, 14 e 15 agosto, anche quelle marche di benzina che non ridurranno già da oggi il prezzo alla pompa di almeno 3 centesimi di euro al litro.