1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

CNH Industrial: conti trimestrali sopra le attese, il titolo vola a Piazza Affari

QUOTAZIONI Cnh Industrial
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

CNH Industrial ha alzato il velo sui conti del secondo trimestre. Nel periodo aprile-giugno CNH industrial ha registrato ricavi pari a 6,75 miliardi di dollari, un dato che si confronta con i 6,95 miliardi fatturati nel medesimo periodo del 2015.

La maggior flessione è stata registrata dai segmenti di business relativi a macchinari agricoli e per le costruzioni, in calo rispettivamente del 6,3% e 18,4%. Hanno segnato un andamento positivo, invece, le business unit powertrain (+7%) e veicoli commerciali (+6%).

L’utile netto è stato 129 milioni di dollari nel secondo trimestre, superiore del 7% rispetto al risultato di 122 milioni del periodo di confronto.

Ricordiamo che sul risultato della bottom line ha inciso negativamente un ulteriore onere non deducibile fiscalmente di 49 milioni di dollari, a seguito della finalizzazione con la Commissione Europea della transazione in merito all’indagine sulla concorrenza per i veicoli commerciali.

A livello patrimoniale, l’indebitamento netto industriale è diminuito di 0,3 miliardi di dollari rispetto al dato del 31 marzo 2016 fissandosi a 2,1 miliardi di dollari. A determinare tale dinamica sono stati i flussi di cassa operativi che hanno generato liquidità per 0,6 miliardi, di cui solo 0,2 miliardi sono stati distribuiti sotto forma di dividendi agli azionisti.

L’amministratore delegato Richard Tobin ha affermato “”I nostri risultati del secondo trimestre sono stati solidi; abbiamo continuato a dimostrare la nostra capacità di agire nel contesto di continua debolezza delle condizioni della domanda prevalentemente nel settore dei capital goods”.

I risultati hanno battuto le stime di consensus degli analisti. Positiva la reazione a Piazza Affari dove gli investitori si sono posizionati in acquisto su CNH Industrial.

Al momento il titolo registra la miglior performance del listino con un rialzo del 5,38% a 6,25 euro per azione