1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Clima risk-off penalizza Piazza Affari: giornata nera per Buzzi Unicem e le banche, FCA sconta caso emissioni

QUOTAZIONI UnicreditSaipemUbi BancaYoox Net-A-Porter Group
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta segnata dal ritorno del Risk-off. I nuovi scandali che hanno coinvolto il presidente Donald Trump sulle vicende relative a politica interna e al c.d. Russiagate hanno tenuto sotto scacco Borse internazionali e dollaro.

Il cross eurodollaro pochi minuti prima della chiusura dei mercati europei viaggiava sopra quota 1,11 (massimo intraday a 1,1143) sui massimi a oltre 6 mesi. Con il calo degli ultimi giorni tutto l’apprezzamento registrato dal biglietto verde dalla vittoria di Trump in poi è stato cancellato.

“Il cedimento è dovuto a un mix di fattori – rimarca Asmara Jamaleh, economista Mercati Valutari di Intesa Sanpaolo – sia di origine USA sia di origine esterna. A una sequenza infatti di dati USA più deboli delle attese si sono aggiunte sul fronte interno notizie politiche negative e sul fronte esterno sviluppi al contrario positivi sia a livello politico sia a livello economico per l’area euro”.

“Tuttavia – argomenta l’esperta di Intesa Sanpaolo – la prospettiva (se non viene smentita) di altri due rialzi dei tassi Fed da qui a fine anno, con il primo in arrivo già a giugno, dovrebbe favorire un almeno parziale recupero del dollaro entro l’orizzonte a 1-3 mesi”.

“Il rafforzamento della moneta unica non fa bene alle tante aziende esportatrici europee”, ha commentato un trader sentito dalla redazione. Infatti gli indici europei hanno zoppicato oggi annullando gran parte dei guadagni messi in cascina dallo scorso 5 maggio.

In questo quadro Piazza Affari ha chiuso in ribasso del 2,31% con l’indice FTSE Mib che ha concluso la seduta a 21.283,72 punti.

Con il segno più praticamente assente dal listino quest’oggi, a soffrire maggiormente sono le Sono le aziende con maggiore esposizione all’estero (e in dollari) a risentire della forza relativa dell’euro: ecco che la peggior performance è stata accusata da Buzzi Unicem, -6,1% a 22,25 euro. Male anche FCA, -4,59% a 9,655 euro, spinto in giù anche dalla notizia che la Commissione Europea si appresta ad avviare una procedura di infrazione per violazione delle regole europee a carico dell’Italia, in merito alla gestione delle indagini sulle emissioni di alcuni modelli Fiat.

Vanno male anche i bancari con UBI Banca, -5,36% a 3,6 euro e UniCredit che arretra del 4,27% tornando a 16,37 euro. Chiudono con passivi contenuti inferiori al punto percentuale in valore assoluto Yoox net-a-porter, -0,24% a 24,79 euro, e Saipem, -0,89% a 0,399 euro.