Citigroup: ok da Tesoro Usa a conversione azioni priv in ordinarie per rafforzare capitale

Inviato da Redazione il Lun, 23/02/2009 - 08:36
Quotazione: CITIGROUP
I fari delle Borse europee sono puntati Oltreoceano, dove sono attesi oggi pomeriggio dettagli sull'affaire Citigroup. Una ridda di indiscrezioni uscita nel fine settimana ha riportato d'attualità il capitolo nazionalizzazioni: secondo quanto riportato dall'edizione online del Wall Street Journal, lo Stato americano potrebbe entrare nel capitale di Citigroup acquisendo una partecipazione fino al 40% del capitale. Ma la parola fine nella trattativa non sarebbe ancora arrivata: alcuni dirigenti della banca statunitense preferirebbe che l'ingresso di Washington si limitasse al 25%. Il Tesoro Usa non ha commentato ieri queste voci, ma si è detto disponibile alla conversione delle azioni privilegiate in azioni ordinarie per rafforzare gli istituti di credito. Il portavoce del Tesoro Isaac Baker ha spiegato che il piano per la stabilizzazione delle banche prevede che gli istituti possano richiedere la conversione le azioni privilegiate in privilegiate convertibili e infine in ordinarie per rafforzare la struttura di capitale.
COMMENTA LA NOTIZIA