1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Citigroup affonda a Wall Street sui timori di nuove svalutazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Era il marzo del 2007 quando i conti di alcune banche americane iniziavano a scricchiolare per la crisi dei mutui ipotecari. A distanza di un anno i rischi legati ai subprime continuano a spaventare i mercati, tanto che ieri il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, è tornato a mettere in guardia il sistema finanziario mentre i timori di nuove svalutazioni hanno fatto crollare le quotazioni di Citigroup. E così sulle Borse mondiali è stato un altro martedì nero, mentre l’Europa ha accusato perdite comprese tra lo 0,9% di Londra e il 2,1% di Francoforte, Wall Street è arrivata a cedere nel corso della seduta circa due punti percentuali ma poi in chiusura ha limitato i danni, chiudendo sulla parità. Il Dow Jones ha ceduto lo 0,37% a 12.213,80, e lo S&P500 ha perduto lo 0,34% a 1.326,75. Il Nasdaq ha guadagnato invece lo 0,07% chiudendo a 2.260,28.