1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Citi: mossa Bce beneficerà Bund, effetti su BTP non dureranno. Il target su tasso 5y5y

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il nuovo ‘bazooka’ monetario della Bce aiuterà più i Bund tedeschi che la carta italiana. E’ quanto fa notare Jamie Searle, strategist di Citi.

A suo avviso il mix di un’inflazione che non riesce ancora a centrare il target della Bce e la perdita di credibilità dello stesso istituto guidato da Mario Draghi lasciano a questo punto i tassi sui Bund “liberi di tornare negativi”, mentre gli acquisti che ieri si sono scatenati sui BTP evaporeranno presto.

La notizia relativa alla decisione della Bce di lanciare nuove operazioni TLTRO a favore delle banche, fa notare Citi, ha sostenuto le quotazioni dei BTP della parte frontale della curva dei rendimenti. Tuttavia, i dettagli di queste nuove operazioni di TLTRO, sottolinea l’esperto, sono “meno potenti” di quanto anticipato. Di conseguenza, secondo l’analista interpellato da Bloomberg, è improbabile che gli effetti positivi sui BTP possano durare.

Searle ritiene inoltre che il tasso swap sull’inflazione
5y5y possa scendere fino all’1,25%, dopo aver chiuso all’1,47% nella sessione di ieri.

Stando a quanto ricorda il Sole 24 Ore, questo tasso indica le attese degli investitori su quale sarà il tasso medio di inflazione fra 5 anni e per i successivi 5 ed è importante perché si tratta di una delle misura preferite dalla Bce per monitare l’andamento dei prezzi e condurre la propria politica monetaria.