Cisco Systems, 6500 licenziamenti per tagliare i costi

Inviato da Redazione il Mar, 19/07/2011 - 09:20
Quotazione: CISCO SYSTEMS
Tempo di tagli per Cisco Systems. Il colosso tecnologico deve ridurre i costi di oltre un miliardo di dollari e riattivare la crescita dei profitti e ha disposto perciò un taglio da 6500 posti di lavoro, il 9% del personale, a partire dai primi di agosto. La riduzione comprende 2100 prepensionamenti. Come parte del piano di ristrutturazione, che da tempo sta comportando la dismissione di attività non centrali per il gruppo americano, è prevista anche la vendita di un impianto manifatturiero in Messico che dà lavoro ad altre 5000 persone. Quest'ultima operazione non dovrebbe però comportare licenziamenti. Tra le misure per il rilancio della domanda per i suoi prodotti, Cisco, che negli ultimi tempi ha perso terreno nei confronti della Hewlett Packard, prevede un aggiornamento del Catalyst 6500 switch, uno dei suoi cavalli di battaglia. L'obbiettivo è raggiungere nel 2011 una crescita del 7% nelle vendite, contro il +11% registrato l'anno scorso.
COMMENTA LA NOTIZIA
adolar scrive...
bluetracks1 scrive...
chiocciolo scrive...
Vittorio's scrive...