1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cirio, agli obbligazionisti un pugno di azioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Redde rationem per gli obbligazionisti Cirio, che oggi dovrebbero conoscere la sorte dei loro titoli. Il cda del gruppo romano, chiamato a discutere anche del piano industriale presentato dall’advisor Ubaldo Livolsi, dovrebbe sciogliere infatti tutte le riserve in merito alla conversione delle obbligazioni, passaggio fondamentale del riassetto finanziario della società. La proposta prevederebbe la conversione del monte obbligazioni in titoli per un valore compreso tra il 30 e il 70-80% del valore nominale. Per ogni euro posseduto in obbligazioni si avrebbero quindi tra i 30 e i 70-80 centesimi in azioni. Una decisione delicata, che potrebbe scatenare le ire di tanti piccoli risparmiatori se il valore accettato sarà vicino alla parte bassa della forchetta. Formulare previsioni è difficile, poiché molto dipenderà dalle decisioni degli istituti di credito coinvolti nel salvataggio (Capitalia in primis), ma è verosimle pensare che Livolsi non farà molte concessioni agli obbligazionisti, già beffati dalle banche, ai quali resterebbe solo un pugno di azioni.