Cipro: Codacons esorta Ue a cambiare politica o sarà effetto contagio

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 18/03/2013 - 14:12
"Come dimostra la vicenda di Cipro, impiccarsi al totem del risanamento dei conti anche a costo di ridurre sul lastrico i ceti medio-bassi significa creare effetti devastanti sulla crescita, dato che oltre alla diminuzione della spesa pubblica e degli investimenti finiscono per precipitare anche i consumi. Una politica suicida". Ne è convinto il Codacons. Imporre a Cipro "come hanno fatto i ministri della zona euro, di tassare del 6,7% tutti i depositi, anche quelli delle famiglie ridotte sul lastrico, senza che ci sia alcuna esenzione, ad esempio per chi ha meno di 20.000 euro sul conto corrente, significa voler affamare un popolo. Con politiche di questo tipo è evidente il rischio di un contagio e che l'Europa finisca nuovamente sotto attacco facendo nuovamente innalzare gli spread rispetto ai paesi più virtuosi come la Germania".


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA