Cina, Wen: ancora controllo su prezzi case per evitare bolla immobiliare

Inviato da Floriana Liuni il Mer, 14/03/2012 - 09:00
Nessun allentamento dell'austerity sui prezzi delle case. Parola del premier cinese Wen Jibao, che, parlando ad un congresso nel suo Paese, ha affermato che i prezzi degli immobili, anche se in rallentamento, sono comunque troppo alti, e che misure di controllo sono ancora necessarie per evitare il gonfiarsi e l'esplodere di una bolla che danneggerebbe tutta l'economia. "Se lasciamo che il mercato immbilirare si sviluppi in maniera cieca" ha detto Jibao, "si svilupperà una bolla. Se la bolla esplode, non solo il mercato degli immobili sarà influenzato negativamente, ma le conseguenze si ripercuoteranno su tutta l'economia cinese". I prezzi delle case, ha aggiunto Jibao, sono ancora lontani da un "livello ragionevole", che dovrebbe invece essere proporzionato ai redditi e ai costi delle costruzioni, permettendo nello stesso tempo un margine di profitto per gli operatori del real-estate.
Dopo le parole del premier gli indici cinesi hanno registrato perdite fino al 4%; Shanghai ha poi chiuso a -2,6%, con il settore immobiliare in calo del 3,7%.
COMMENTA LA NOTIZIA