1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Cina, S&P congferma rating AA- ma è pronto a rivederlo in assenza di riforme

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Standard&Poor’s conferma il rating di lungo termine AA- della Cina e A-1 di breve termine, con outlook stabile, ma potrebbe abbassarlo in assenza di riforme. Il giudizio positivo è motivato dal potenziale del Paese in termini di crescita economica, posizione robusta verso l’estero e salute fiscale del governo. I punti di debolezza sono invece individuati nei salari medi inferiori ai paesi comparabili, nella mancanza di trasparenza e nelle restrizioni informative, e nella struttura ancora in evoluzione dell’economia verso l’apertura ai mercati. Il Pil pro capite del 2013-2015 è previsto, nel caso base, in crescita del 7,3%, e il risparmio domestico dovrebbe essere in grado di supportare gli investimenti futuri. Tuttavia la posizione fiscale della Cina potrebbe presentare qualche criticità. “I governi locali”, dice infatti la nota di S&P, “devono ancora ripagare un significativo debito off-budget. Gran parte di questo debito è legato alle imprese possedute da questi governi di livello più basso. Anche la mancanza di trasparenza nei flussi informativi danneggia il credito-Paese, in quanto rende più possibili errori nella gestione delle politiche economiche. In ogni caso S&P potrebbe innalzare ulteriormente il rating se verranno implementate quelle risorse strutturali che porterebbero a uno sviluppo dei mercati del debito e dei capitali, una migliore economia di mercato e un tasso di interesse più flessibile. Altrimenti, e se performance economica e sistema bancario dovessero peggiorare, il rating potrebbe essere abbassato.